martedì 20 marzo 2018

VITIGNO COCOCCIOLA

Conosciuto anche col sinonimo Cacciola o Cacciuola la Cococciola è un vitigmo a bacca bianca autoctono dell'Abruzzo, coltivato principalmente in provincia di Chieti, diffuso sporadicamente anche nel nord della Puglia, grazie alla transumanza. Non abbiamo notizie storiche certe, le uniche menzioni le troviamo nel 1909 ad opera del Viala e del Vermorel, è un vitigno che di regola viene allevato a pergola abruzzese, anche se negli ultimi anni si sta espandendo l'allevamento a spalliera, è abbastanza produttivo e ha buona vigoria, non ha particolari esigenze di terreno e di clima. Il grappolo ha dimensioni medie, compatto, di forma cilindrico-conica, l'acino è grande, tondo, con buccia spessa, pruinosa, di colore giallo, per molto tempo è stato utilizzato in assemblaggio col Trebbiano d'Abruzzo per aumentarne l'acidità, oggi, grazie all'impiego di molti produttori, viena vinificato in purezza, sia in versione fermo che in versione spumantizzato, nel 2010 è stata istituita la denominazione " Abruzzo Cococciola DOC ". Il vino ha un colore giallo paglierino con riflessi verdolini tendenti al dorato, ha un profumo fruttato di agrumi, pesca, pera, floreale di gelsomino e erbaceo, in bocca è fine, fresco, sapido, con buona persistenza e struttura, armonico, ben equilibrato, con un finale ammandorlato, il grado alcolico minimo è 11°. Ottimo come aperitivo, si abbina, oltre ai piatti tipici locali, a tutte le pietanze a base di pesce, crostacei, molluschi, carni bianche, formaggi poco stagionati, la temperatuta di servizio consigliata è 10°-12°.

Nessun commento:

Posta un commento