martedì 9 febbraio 2016

VITIGNO NOTARDOMENICO

Il Notardomenico è un vitigno a bacca rossa della Puglia, diffuso in provincia di Brindisi, precisamente nei comuni di Ostuni, Carovigno, Cisternino e San Vito dei Normanni sin dall'antichità, il suo nome viene citato per la prima volta, grazie al Di Rovasenda, nel 1877 senza dare alcuna descrizione ampelografica, non conosciamo l'origine del suo nome così particolare, non ha una sua specifica
coltivazione, ma spesso lo troviamo in modeste  piantaggioni con altri vitigni, tipo l'Ottavianello. Come vitigno ha una discreta produzione, Ha una buona tolleranza alle malattie parassitarie, il grappolo è medio, cilindrico o conico, con o senza ali, mediamente compatto, l'acino è medio, tondo con buccia pruinosa, sottile di color rosso-violetto, la maturazione è a metà settembre, la vinificazione è di regola in assemblaggio con l'Ottavianello, anche se da qualche anno alcuni produttori stanno cercando di vinificarlo in purezza  per vini rosati. Purtroppo nella produzione specifica del vino non si hanno descrizioni enologiche e organolettiche dettagliate, la gradazione media è di 11°, l'abbinamento è a tutto pasto, la temperatura di servizio consigliata è16°-18°. 

Nessun commento:

Posta un commento