giovedì 24 settembre 2015

VITIGNO MAGLIOCCO

 magliocco dolce
 magliocco canino
Su questo vitigno vi è un po' di confusione, cerchiamo di fare chiarezza. Il Magliocco, detto anche Magliocco dolce o tondo, è un vitigno a bacca nera autoctono della Calabria, diffuso su tutto il territorio, principalmente nelle province di Cosenza, Catanzaro, Crotone e confuso spesso col vitigno Gaglioppo, col quale non ha nulla in comune, essendo due varietà ben distinte e con caratteristiche organolettiche diverse. Secondo la zona di produzione questo vitigno assume sinonimi vari, come Lacrima Nera, Greco Nero, Guarnaccia, Arvino, Mantonico nero etc., esiste anche la varietà Magliocco canino, che non è altro una degenerazione del Magliocco dolce e nella zona di Scilla è conosciuto col sinonimo di Nocera. E' un vitigno antico e solo agli inizi del 1600 abbiamo le prime citazioni, il nome potrebbe derivare dalla forma del grappolo piccolo " a pugno " o " maglio ", un tempo quasi abbandonato a favore del Gaglioppo, da un po' di anni è stato rivalutato e viene vinificato sempre più in purezza, preferisce terreni collinari asciutti dal clima caldo, ha poca sensibilità alle malattie, il grappolo è piccolo-medio, conico, quasi compatto spesso con due ali ben pronunciate, l'acino è medio con buccia spessa e pruinosa dal colore blu-nero. Il Magliocco è presente in varie DOC e IGT regionali, il vino ha un colore rosso rubino intenso con profumi di frutta rossa matura e secca con note speziate, ha una buona alcolicità, è morbido, bassa acidità, armonico, molto adatto all'invecchiamento, la gradazione minima è 12°, vino da tutto pasto con particolare propensione per i piatti regionali gustosi e strutturati, la temperatura di servizio consigliata è 16°-18°.

Nessun commento:

Posta un commento