lunedì 19 gennaio 2015

VITIGNO GRIGNOLINO

viniastimonferrato.it
Vitigno a bacca rossa autoctono del Piemonte anticamente conosciuto col nome di "Barbesino" (nell'Oltrepò Pavese è ancora conosciuto con questo sinonimo), coltivato in provincia di Asti e nel Monferrato, provincia di Alessandria, il nome potrebbe derivare dal termine dialettale "grignole" col quale vengono chiamati i vinaccioli che nell'acino del Grignolino sono più numerosi rispetto ad altre varietà. E' un vitigno che predilige terreni sabbiosi, asciutti con buona esposizione, ha una media vigoria e una produzione quasi elevata, il sistema di allevamento è a controspalliera, è abbastanza tollerante alla peronospora ma non all'oidio, con una piccola percentuale entra nella vinificazione del " Barbera del Monferrato Superiore DOCG ". La foglia è di media grandezza, pentagonale con tre o cinque lobi,il grappolo è medio-grande, piramidale allungato, compatto, alato, l'acino è piccolo con buccia sottile e pruinosa. Il Grignolino spesso viene vinificato col vitigno Barbera o Freisa per dare maggior corpo  e colore al vino, ma, se vinificato in purezza, da un vino dal colore rosso rubino scarico con riflessi granati, profumo floreale, fruttato, speziato con note di rosa, marasca, frutti di sottobosco, pepe, erbe aromatiche, dal gusto asciutto, leggermente tannico, abbastanza equilibrato dal retrogusto amarognolo, il grado alcolico è 11°. L'abbinamento può essere con minestre, piatti di pesce, antipasti, salumi, carni bianche, formaggi semiduri, la temperatura di servizio è 16°-18°.

Motto: Chi non beve Vino, scrive lettere anonime. ( BRANDIMARTE )

Nessun commento:

Posta un commento