giovedì 13 novembre 2014

VITIGNO LAGREIN

foto politicheagricole.it
Vitigno autoctono a bacca rossa dell'Alto Adige, zona di Bolzano-Gries, diffuso anche in Trentino, da cui si ricavano due tipologie di vino, uno "rosato o rosè" chiamato " Kretzer ", l'altro "rosso" chiamato " Dunkel ", generalmente utilizzato in purezza, lo troviamo anche in assemblaggi con altri vitigni, si pensa che la sua coltivazione e diffusione sia dovuta ai monaci benedettini. Il Lagrein, coltivato a pergola trentina, predilige terreni argillosi-calcarei, ghiaiosi e sabbiosi, alluvionali ben aerati e dal clima caldo per sviluppare profumi intensi e fini, ha una buona vigoria e abbondante produzione ma non costante, ha foglia di media grandezza, pentagonale con tre lobi, il grappolo può essere di varie dimensioni, di forma tronco-piramidale, alato, semicompatto, l'acino è di media grandezza, ovoidale con buccia spessa, pruinosa di colore blu-nero.Il vino ha un colore rosso rubino chiaro, nella versione rosato, e rosso rubino tendente al granato nella versione rosso,il profumo è fruttato, floreale, speziato con sentori di frutti di bosco, mammola con note di vaniglia nella versione invecchiata, in bocca è corposo, pieno, asciutto, caldo, vellutato ed equilibrato, nella versione rosato i sentori sono più freschi e con una notevole vivacità, la gradazione alcolica è 11,5°-12,5°. Il vino Lagrein si abbina spesso con piatti tradizionali della cucina altoatesina come polenta, selvaggina, formaggi a pasta dura ma anche con salumi, arrosti, brasati, nella versione rosato va bene con piatti di pesce, carni bianche ed è ottimo come aperitivo, la temperatura di servizio per il rosso è 16°-18°, per il rosato è12°-14°C.

Motto: Ah, bottiglia, amica mia, perchè ti svuoti? ( MOLIERE )

Nessun commento:

Posta un commento