venerdì 31 ottobre 2014

VITIGNO GAGLIOPPO

foto vivai maiorana
Vitigno autoctono a bacca rossa della Calabria, diffuso anche in altre regioni quale Marche, Umbria, Abruzzo e Sicilia conosciuto con sinonimi diversi come "Mantonico Nero","Gaglioppo di Cirò", "Aglianico di Cassano", originario, probabilmente, della Grecia, presenta molte analogie col vitigno "Frappato"(di cui ho già parlato). Questo è il vitigno a bacca rossa più diffuso su tutto il territorio calabro, precisamente in provincia di Cosenza e Catanzaro, dalle sue uve viene prodotto il famoso vino " Cirò " nella versione rosato e rosso. Preferisce terreni collinari aridi e sabbiosi dal clima caldo e secco, ha notevole vigoria, buona produzione e regolare, l'allevamento è ad alberello o a spalliera. La foglia è media, pentagonale, il grappolo è medio-grosso, piramidale o conico, compatto con una o due ali, l'acino è medio, tondo o ovale con buccia pruinosa, mediamente spessa e consistente. Il vino ha un colore rosso rubino più o meno intenso dal profumo vinoso, fruttato, floreale con note di frutti di bosco, rosa, in bocca è caldo, sapido, mediamente tannico, corposo, armonico tendente al vellutato con l'invecchiamento, il grado alcolico è 12,5°. Secondo la tipologia il vino si abbina con primi piatti con sughi saporiti, arrosti, carni alla griglia o alla brace, selvaggina, formaggi stagionati, la temperatura di servizio è 18°-20°C.

Motto: Il Vino rallegra il triste, ravviva il vecchio, ispira il giovane, fa dimenti-
             care allo stanco la sua stanchezza. ( LORD BYRON )

Nessun commento:

Posta un commento