mercoledì 15 ottobre 2014

VITIGNO FIANO

 foto lavinium.com
Vitigno a bacca bianca molto antico conosciuto al tempo dei Romani col nome di
"Apianum", originario della Campania dove fu importato, molto probabilmente, da popolazioni liguri delle Alpi Apuane nella zona del comune di Lapio in provincia di Avellino, ormai è presente in varie regioni centro-meridionali, nel Cilento è conosciuto col sinonimo di Santa Sofia. Ha notevole vigoria ma poca produttività, preferisce terreni profondi di origine vulcanica ma anche argillosi, il grappolo è piccolo di media dimensione, piramidale, alato con acini di forma ovale serrati con buccia spessa di colore dorata, la maturazione avviene a fine settembre - inizio ottobre, questo vitigno concorre  alla produzione del " Fiano di Avellino DOCG ". Il vino ha un colore giallo paglierino più o meno intenso, odore intenso e fine, sapore fresco e armonico, perfetto come aperitivo, il Fiano si abbina con piatti a base di pesce, crostacei, scampi, polpo, formaggi non stagionati, il suo grado alcolico è 11,5%, la temperatura di servizio è 12°-14°C.

Motto: ...ma sopratutto nel buon Vino ho fede, e credo che sia salvo chi gli
            crede! ( PULCI, dal Morgante XVIII sec.)

Nessun commento:

Posta un commento