venerdì 24 ottobre 2014

VITIGNO CATARRATTO

Catarratto bianco comune
Catarratto bianco lucido
Antico vitigno autoctono siciliano a bacca bianca distinto in due sottovarietà " Catarratto bianco comune " e " Catarratto bianco lucido ", il primo più diffuso in provincia di Trapani, il secondo più diffuso in provincia di Palermo e Agrigento. Preferisce terreni collinari argillosi-calcarei con buona esposizione e clima caldo allevato ad alberello, le due varietà si differenziano tra loro per la forma del  grappolo che nella varietà " bianco lucido " ha una grandezza media di forma cilindrico, allungato, compatto, mentre nella varietà " bianco comune " ha una forma piramidale con una o due ali, la foglia è piccola-media, l'acino è piccolo, ovale o tondo con buccia spessa, ha buona vigoria e produzione abbondante. Il Catarratto viene vinificato spesso in assemblaggio con altri vitigni, subentra nella produzione di vini liquorosi come il " Marsala ", ma anche in purezza; Il vino ha un colore giallo paglierino più o meno carico con profumi lievemente marsaleggianti, fruttati, floreali con note agrumate, il sapore è caldo, asciutto, mediamente fresco, di corpo, il grado alcolico è  11,5°. Il Catarratto si abbina  con piatti poco strutturati della cucina siciliana,carni bianche, antipasti e zuppe di pesce, crostacei e formaggi maturi, la temperatura di servizio è 10°-12°C.

Motto: Nel Vino voglio soffocare i dolori, al Vino chiedo che faccia scendere
             negli occhi, stanchi, consolatore il sonno. ( TIBULLO )

Foto: Antichivigneti.eu

Nessun commento:

Posta un commento